The Huddle

color - DSLR - Documentary - 2020 - 74'   Regia/Director  Tommaso Barbaro

produced by Nemo FilmBerenice Film

ITA "The Huddle" è un documentario sul desiderio di appartenenza nelle sue implicazioni e contraddizioni.
Il centro dell’indagine è la comunità irlandese con la sua cultura politica, sportiva, musicale e religiosa. Un racconto che si snoda tra due città che sono state teatro delle più profonde vicende che hanno segnato la comunità irlandese nel corso Novecento: Glasgow e Belfast, divise da un braccio di mare ma unite da parte di una stessa cultura.
Huddle è un’azione di gruppo dove, generalmente in cerchio, ci si abbraccia per motivarsi, festeggiare e organizzare un’azione collettiva. Sentirsi uno e tanti allo stesso tempo. È il simbolo di una società costruita attorno a pulsioni e rituali contrastanti, simbolo che trova materializzazione in vari luoghi e situazioni, come concerti, marce, stadi dove i protagonisti del film si ritrovano per sentirsi gruppo, comunità.
Un coro di voci fuori campo tesse la struttura narrativa del film che vuole mostrare, senza giudizi, la forza emotiva e sociale di valori condivisi da gruppi di persone. Diverse sono le storie personali raccontate e il ruolo che questi singoli hanno all’interno della società: si tratta di politici, musicisti, giornalisti, tifosi, combattenti dell’IRA e militanti politici che incarnano la varietà di un mondo ancorato alla fede calcistica per il Celtic Football Club, vero epicentro metaforico e narrativo del film.
I loro ritratti e le loro testimonianze concorrono a offrire un affresco partecipato della vicenda umana e politica di cui si fanno rappresentanti, in un momento delicatissimo per il futuro della comunità irlandese, esposta al ritorno dei fantasmi del suo passato.

ENG "The Huddle" is a documentary on the desire to belong in its implications and contradictions.

The focus of the investigation is the Irish community with its political, sporting, musical and religious culture. A story that unfolds between two cities that were the scene of the deepest events that marked the Irish community during the twentieth century: Glasgow and Belfast, divided by an arm of the sea but united by the same culture.

Huddle is a group action where, generally in a circle, people hug each other to motivate themselves, celebrate and organize collective action. Feeling one and many at the same time. It is the symbol of a society built around conflicting impulses and rituals, a symbol that finds materialization in various places and situations, such as concerts, marches, stadiums where the protagonists of the film come together to feel like a group, a community.

A chorus of off-screen voices weaves the narrative structure of the film that aims to show, without judgments, the emotional and social strength of values ​​shared by groups of people. Different are the personal stories told and the role that these individuals have within society: they are politicians, musicians, journalists, fans, IRA fighters and political militants who embody the variety of a world anchored in the football faith for the Celtic Football Club, the true metaphorical and narrative epicenter of the film.

Their portraits and their testimonies combine to offer a participatory fresco of the human and political story of which they represent, in a very delicate moment for the future of the Irish community, exposed to the return of the ghosts of its past.